DE | IT

ospite d’onore

Michele Placido: Ospite d’onore di Bolzano Film Festival Bozen 2017!
 S. 28_michele Placido

Local artists

Rassegna ormai di tradizione nel programma del festival, comprende una scelta tra le più attuali produzioni di filmmakers locali, a confermare il fatto che l’Alto Adige è una terra di talenti anche in campo cinematografico. Quest’anno, in occasione dei 20 anni dalla morte della scrittrice sudtirolese Anita Pichler, presentiamo „Anita Pichler. Ich will einfach erzählen“ documentario di Evi Oberkofler e Edith Eisenstecken (2002) sulla sua vita e le sue opere. Altro importante punto del programma è rappresentato dalla proiezione del film Quellmalz di Mike Ramsauer: l’opera ha concorso e poi è stata scelta per partecipare – in fase di lavorazione finale – al progetto Final Touch #1. Ovvero, durante la scorsa edizione del festival, un team interdisciplinare di esperti ha aiutato il regista nel perfezionamento del film, che ora, finito, esordisce nel nostro programma.

Focus Europa: Luxembourg

Focus Europa: un Paese europeo ospite del festival si conferma anche per il 2017 come punto fermo nel programma e, se il 2016 era stato l’anno della Slovenia, quest‘anno è quello del Lussenburgo, del quale, durante le cinque giornate di festival, viene mostrato il meglio della produzione cinematografica recente e raccontata la storia, attraverso gli ospiti presenti a Bolzano. La scelta dei sei film in programma e degli ospiti è stata realizzata in collaborazione con il Film Fund Luxembourg.

rassegna Miramonte Film

Miramonte Film sviluppa e realizza film documentari e altri prodotti audiovisivi per il cinema e la TV sia in ambito locale che europeo. I formati spaziano dal documentario di grande impegno creativo alle serie TV ed a lavori su commissione per privati ed enti pubblici. I punti chiave dell‘impegno di Miramonte Film stanno nella ricerca di uno specifico linguaggio filmico ed una forma innovativa per ogni singolo progetto. Miramonte Film opera in una rete di collaboratori e professionisti sparsi in tutta Europa. Molti progetti sono stati realizzati e finanziati in un contesto di coproduzione europea. Miramonte Film è stata fondata da Andreas Pichler e Valerio B. Moser che hanno voluto mostrare in questa occasione all’interno del festival una scelta dei loro primi e forse meno conosciuti lavori

Cinema Ritrovato

Cinema Ritrovato è la speciale finestra del festival che quest’anno celebra le opere della cosiddetta “Münchner Gruppe”, ovvero l’insieme dei cineasti – tra cui Rudolf Thome, Max Zihlmann, Eckhart Schmidt, Roger Fritz, Marran Gosov, Jean Marie Straub e May Spils – che alla fine degli anni Sessanta vivacizzarono la scena della città bavarese e non solo, ispirandosi alla Nouvelle Vague di Truffaut e Godard.

panorama

La rassegna racchiude un elenco di film scelti insieme ai diversi partner con cui da anni il nostro festival collabora. Il film “Café Waldluft”, segna la partnership con il festival della Lessinia, “Unten” arriva dal festival Der neue Heimtafilm di Freistadt, il corto “État d’urgence” vengono dal festival del cinema di Lünen, “Fahr ma obi am Wasser” arriva dal Fünf Seen Festival della Baviera, nostro nuovo partner. “Die Geträumten” lo presentiamo in collaborazione con Literatur Lana, mentre “The Show MAS go on” è il docu-fiction che rappresenta la nostra rinnovata collaborazione con Museion.

Made in Alto Adige

L’Alto Adige come location cinematografica è alla base di questa rassegna, che quest’anno comprende una scelta di 6 film internazionali girati in parte sul territorio – con il sostegno del fondo di IDM Südtirol – e che hanno visto la collaborazione di varie maestranze locali. Due dei film di Made in Südtirol, “I figli della notte” e “Die Einsiedler” sono stati inseriti nel concorso al miglior lungometraggio, mentre “Amelie rennt” che fa parte della selezione film per i giovani, è stato appena presentato in anteprima mondiale all’ultima Berlinale.