DE   | IT   | EN

Omaggio a Josef Bierbichler

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Deutsch.

Remembering Baumi

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Deutsch.

Wolfgang Penn – rassegna

Produttore e diacono permanente di Castelrotto, il 70enne Wolfgang Penn è una figura importante nel mondo della cinematografia e delle missioni.Ordinato diacono dal vescovo Karl Golser nel 2010 con le parole:  “(…) la Chiesa è per sua natura missionaria. È da anni che Wolfgang Penn lo dimostra attraverso i suoi film sulla missione oppure attraverso il film sulle elezioni dei consigli parrocchiali!”, Penn nasce prima come fotografo e nel 1969 fonda il Filmstudio Penn a Castelrotto. Dal 1972 lavora prevalentemente su incarico della RAI di Bolzano come cameraman e produttore TV.

“Noi filmmakers – sostiene Penn – abbiamo il dovere morale di rendere visibili le ingiustizie del mondo”. 

1a

 

 

Focus Europa: Ungheria

Focus Europa: un Paese europeo ospite del festival si conferma anche per il 2019: il prossimo anno sarà quello dell’Ungheria, di cui verrà mostrato il meglio della produzione cinematografica. La finestra comprenderà la proiezione di vari lavori di registi ungheresi, che verranno in Alto Adige e con cui verrà organizzato un dialogo con il pubblico. Il cinema dell’Ungheria, uno dei più floridi d’Europa tra la fine della Prima guerra mondiale e la fine della Seconda – e oggi nuova meta per le produzioni cinematografiche – si è sempre distinto
per opere di rilievo.

I film sono a Bolzano  grazie alla collaborazione del Hungarian National Film Fund.

Balkon von Dávid Dell’Edera
Fight von Marcell Jankovics
FIN von Katalin Glaser
Fly von Ferenc Rófusz
Hearth von Balint Gelley
Hungarian Animated Shorts von diverse / vari
Koncertisszimó von József Gémes
Life Line von Tomek Ducki
Maestro von Géza M. Tóth
Moto perpetuo von Béla Vajda
Symphony Nr. 42 von Réka Bucsi
The Noise of Licking von Nádja Andrasev
Wind von Csaba Varga

Corti in trasferta

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Deutsch.

Die Schwingen des Geistes von Albert Meisl
In Zeiten der Teleportation von Henning Pulss
Karneval der Kellner von Alexander Peskador
La notte di Cesare von Sergio Scavio
Percht von Béla Baptiste
Sette Passi von Matteo Graia

Cinema Ritrovato

La Cineteca di Bologna, uno dei più importanti archivi cinematografici d’Europa, con sede a Bologna, possiede  circa 18.000 film in 35 mm, costituendo un serio centro per la conservazione e il restauro di film d’epoca.Siamo felici di annunciare che ospiteremo alcuni esperti della Cineteca di Bologna come Andrea Meneghelli, che potranno spiegare al pubblico il significato, il metodo e l’importanza del restauro – e della conservazione – di un film.

Umberto_D

Local artists

Rassegna ormai di tradizione nel programma del festival, comprende una scelta tra le più attuali produzioni di filmmakers locali, a confermare ilfatto che l’Alto Adige è una terra di talenti anche in campo cinematografico.

Made in Alto Adige

L’Alto Adige come location cinematografica è alla base di questa rassegna, che quest’anno comprende una scelta di 7 film internazionali girati in parte sul territorio – con il sostegno del fondo di IDM SÜDTIROL ALTO ADIGE – e che hanno visto la collaborazione di varie maestranze locali.